CORSI MASTER E CORSI SPECIALISTICI a cura di Centro Studi Orientamento

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DEI PROCESSI CREATIVI
master universitario di primo livello

LIBERA UNIVERSITÀ DI LINGUE E COMUNICAZIONE IULM
Via Carlo Bo, 1 - 20143 MILANO
Tel. (+39) 02891412679-2726 - Fax (+39) 02 891412675
E-mail master.creativi@iulm.it - Website www.creativi.iulm.it
Responsabile Scientifico: Prof. Alberto Abruzzese
Coordinatori: Dr. Nello Barile, Dr. Andrea Miconi

Finalità. Una nuova figura professionale: questo è lo skill che il Master si promette di realizzare. Il Master nasce infatti dalla necessità di formare una nuova classe creativa: necessità sempre più stringente nel momento in cui la crisi delle tradizionali pratiche di produzione incontra le sfide poste dalla competizione internazionale nell'offerta di nuovi servizi.
Si tratta di progettare nuove professionalità, altamente qualificate, capaci di affrontare la complessità delle dinamiche globali: una "rivoluzione copernicana" che intende fare leva sull'integrazione tra processi decisionali e manageriali, da un lato, e processi ideativi dall'altro.
Le teorie della creatività, a partire da quelle ormai classiche di de Bono e Florida, gli strumenti del marketing non convenzionale, le possibilità offerte dal social networking e dalla diffusione dei media 2.0, i nuovi modelli di organizzazione del lavoro, le metodologie più avanzate di ricerca delle tendenze e dei segnali deboli di trasformazione del mercato: tutte queste competenze verranno chiamate a raccolta per costruire una figura innovativa, multi-tasking, in grado di proporsi come snodo organizzativo nei settori ad alto contenuto di creatività. In questa cornice, il Master è progettato per attivare diversi sistemi di competenze:
- capacità di gestire la cooperazione e lo scambio tra manager e professionisti della creatività;
- descrizione e previsione dei nuovi trend culturali e di consumo (cool hunting);
- individuazione e valorizzazione dei giacimenti creativi e dei talenti emergenti (talent scouting);
- implementazione nell'azione economica dei modelli di network e delle tecniche di fund raising;
- gestione di progetti imprenditoriali per il rilancio dei distretti culturali e l'organizzazione di eventi sul territorio.
La figura che ne emerge non è, quindi, quella di un creativo in senso stretto, quanto quella di un manager della creatività: che conosce i linguaggi delle professioni ad alto contenuto ideativo (dalla pubblicità al design, dalla moda alla produzione musicale), e riesce ad inscriverli in un progetto di organizzazione del lavoro capace di valorizzare le risorse disponibili sul territorio, attraverso la messa a regime delle nuove tecniche di ricerca, networking e comunicazione. Un esperto di organizzazione e insieme un esperto di linguaggi creativi, unica figura in grado di valorizzare gli asset emergenti della nuova economia della conoscenza.
Tra le aziende partner, che hanno creduto nel progetto del Master, e più spesso lo hanno ispirato, si segnalano: Nike, Gianfranco Ferrè, JWT, Fabrica, National Geographic Channel, Studio Azzurro, MTV, Ninja LAB di Ninjamarketing.it, Manni Editore, Bamakò, Levi's.

Programma. Il Master si articola nei seguenti moduli:
1. Insegnamenti propedeutici (80 ore, 8 CFU): Il modulo propedeutico ha lo scopo di costruire delle competenze di base, sia di ordine teorico che di ordine metodologico, sull'analisi delle industrie culturali, dei consumi e delle tendenze. Gli insegnamenti sono: Analisi delle industrie creative, Laboratorio di linguaggi 2.0, Tecniche di ricerca qualitativa, Sociologia dei consumi, Fashion Studies e analisi delle tendenze.
2. Discipline economiche e organizzative (80 ore, 8 CFU): Il modulo di organizzazione chiama a raccolta le diverse discipline e competenze professionali necessarie alla gestione delle risorse umane e dei piani finanziari, con particolare attenzione all'implementazione dell'atteggiamento creativo nelle strategie di management. Gli insegnamenti sono: Sociologia dell'organizzazione, Gestione delle risorse umane, Business Plan e Fundraising, Marketing.
3. Comunicazione, creatività (70 ore, 7 CFU): Dove creativi e professionisti affermati sul mercato accetteranno la sfida più difficile: quella di insegnare la creatività. I diversi ambiti toccati in questo modulo (comunicazione visuale, advertising, promozione d'immagine) costituiscono anche un'apertura agli sbocchi professionali del Master. Gli insegnamenti sono: Linguaggi della comunicazione creativa, Tecniche di advertising, Business English, Organizzazione di eventi culturali, Laboratorio di progettazione creativa.
4. Ricerca avanzata (120 ore, 12 CFU): La maggior parte delle lezioni frontali (di cui questo è il modulo conclusivo) saranno destinate all'aspetto più sperimentale, che è l'intervento sul campo mirato alla scoperta e valorizzazione dei giacimenti creativi: etnografia del territorio, individuazione delle tendenze, selezione dei talenti sommersi, costruzione di tecniche generative di promozione e diffusione delle istanze da valorizzare. Gli insegnamenti sono: Trend Analysis, Modelli predittivi e Scenario Planning, Etnografia, Alternative Marketing, Analisi dei network generativi, Cool Hunting.
5. Factory (50 ore, 5 CFU): Il confronto con le aziende partner porterà all'assegnazione di un project work sull'implementazione di processi creativi in azienda o sul territorio nazionale, da svolgere sotto la supervisione dei coordinatori scientifici del Master. Gli studenti dovranno così mettersi alla prova di un progetto di management della creatività, direttamente sollecitati dalle aziende partner, in base alle loro esigenze ed alla loro conoscenza del mercato.
6. Stage (400 ore, 14 CFU): Gli stage si svolgeranno alla fine del corso, tra Luglio e Dicembre 2010, presso gli enti e le aziende partne, per una durata certificata di 400 ore. La Direzione del Master si impegna a presentare a tutti gli studenti una proposta di stage. Tra le aziende presso cui sono stati attivati gli stage nelle precedenti edizioni: MTV, Mediaset, Prada, Roberto Cavalli, The Maison, Lowe Pirella, Elizabeth Arden, Moschino, Armando Testa, Cattleya, Champion, Gianfranco Ferrč, Warner Bros.
7. Prova finale (2 CFU): La prova finale comporta la preparazione di un project-work, con presentazione e discussione individuale di fronte ad una commissione formata da docenti universitari e professionisti che hanno partecipato alla didattica.

Ammissione. Il Master è rivolto a laureati del nuovo e del vecchio ordinamento, nelle facoltà afferenti alle scienze umane e sociali: Architettura, DAMS, Economia, Filosofia, Lettere, Psicologia, Relazioni Pubbliche, Scienze della Comunicazione, Scienze della Formazione, Scienze Politiche, Scienze Umanistiche, Sociologia, Storia. Eventuali eccezioni, adeguatamente motivate, saranno prese in considerazione dalla Direzione del Master. Le selezioni sono basate sulla valutazione del curriculum e su un colloquio attitudinale.

Durata. 10 mesi. Inizio: mese di Febbraio. Il Master si svolgerà presso la sede centrale dell'Università IULM, in Via Carlo Bo, 1 - Milano, secondo il seguente calendario di massima (alcune modifiche potranno essere possibili): Febbraio-Marzo 2010 (lezioni frontali); Marzo-Giugno 2010 (lezioni frontali, laboratori e project work); Luglio-Dicembre 2010 (stage aziendali); Dicembre 2010 (prova finale).
Ogni settimana prevede indicativamente 20 ore di lezione, dal lunedì al venerdì dalle ore 14.00 alle ore 18.00, anche se nel corso del Master sono previste giornate intere di lavoro, e sono sempre possibili alcune modifiche.
La frequenza alle lezioni è obbligatoria, con un massimo consentito di assenze fissato al 20% del monte ore totale.

Costo. La quota totale di partecipazione al Master per l'anno accademico 2009/2010 è di Euro 7.500,00.


This page copyright by Centro Studi Orientamento - All rights reserved

INDICE ALFABETICO DEI CORSI    INDICE PER ARGOMENTO DEI CORSI    INDICE DEI MASTER UNIVERSITARI

INDICE DEGLI EXECUTIVE MASTER    A GUIDE TO MASTERS    GUIDA